Mastoplastica Riduttiva

Quando sottoporsi all’intervento di mastoplastica riduttiva

Possono ottenere un enorme beneficio dall’intervento di mastoplastica riduttiva sia donne giovani che durante la pubertà hanno sviluppato un seno troppo grande e pesante, sia le donne mature oltre i 50 anni che desiderano ridurre le dimensioni del proprio seno. Alla base di questa decisione vi sono infatti diversi fattori che spesso non riguardano solo motivi estetici, ma anche psicologici e di salute.
Un seno che supera delle dimensioni considerate normali e quindi sproporzionato può causare importanti difficoltà psicologiche e di relazione. L’eccessivo peso del seno può inoltre causare problemi alla schiena determinare l’assunzione di posizioni scorrette in grado di ripercuotersi negativamente sulla salute della colonna vertebrale.
La mastoplastica riduttiva ha degli effetti diversi anche in base all’età della paziente: le ragazze giovani con il complesso del seno grosso nel post-intervento si sentono più libere e sicure di sé, acquistano maggiore spigliatezza e migliorano i rapporti con chi le circonda sentendosi meno condizionate nella scelta dei capi di abbigliamento; le donne adulte riscoprono la giovinezza e ricominciano ad apprezzare il loro corpo grazie ad un’armonia ritrovata che le fa sentire più sicure e ottimiste nei confronti della vita.

L’intervento chirurgico di riduzione del seno

La mastoplastica riduttiva è finalizzata alla riduzione del volume del seno ma come obiettivo ha anche quello di rendendolo più armonioso, sensuale, proporzionato e piacevole, innalzando il complesso del areola e correggendo la ptosi mammaria.
Questo intervento viene eseguito preferibilmente in anestesia generale e ha una durata di circa 2/3 ore a seconda dei casi.
Al termine dell’intervento di vengono poi posizionati due drenaggi e una medicazione modellante con lo scopo di proteggere e sostenere il seno.

 

Il post-operatorio

Nella fase post-operatoria non si riscontrano rilevanti disagi per la paziente. Dopo uno o due giorni di norma vengono rimossi i drenaggi. Il decorso post-operatorio è generalmente privo di dolore anche se un leggero bruciore è da ritenersi assolutamente normale.
Il giorno seguente all’intervento la paziente viene dimessa e può riprendere gradualmente le proprie attività quotidiane. Per un paio di settimane è consigliato rimanere a riposo, evitare di fare sforzi con le braccia. L’ attività fisica intensa può essere ripresa dopo la terza settimana.

Le cicatrici

Il prezzo biologico che si paga per poter ridurre il volume del seno e migliorarne l’estetica sono delle cicatrici a forma di ancora o di t invertita, che coinvolgono l’area periareolare, la linea che va dall’areola al solco mammario e lungo il solco. Le cicatrici, sempre e comunque nascoste sotto qualunque reggiseno. Inizialmente i segni sono visibili ma tendono a schiarirsi progressivamente con il tempo e quindi a confondersi con la cute circostante.

Mastoplastica Riduttiva

Complicanze della mastoplastica riduttiva

Raramente possono apparire ematomi e infezioni. Per quanto riguarda la sensibilità delle zone più delicate come il capezzolo e l’areola generalmente vengono recuperate completamente dalla paziente nell’arco di 2/6 mesi.
In caso di successiva gravidanza non vi è certezza che i risultati raggiunti con l’intervento chirurgico possano rimanere inalterati. Si riscontra però un minore rischio di ptosi mammaria nei seni operati rispetto ai seni naturali, dovuto al ridotto volume della ghiandola. Per le future mamme è importante anche ricordare che la porzione di ghiandola mammaria asportata è proporzionale alla capacità di allattamento.
Una complicanza imprevedibile, nonostante l’attenzione nella sutura, riguarda la cicatrizzazione ipertrofiche. Questo tipo di cicatrizzazione patologica può causare l’arrossamento e l’ispessimento delle ferite. La paziente va avvisata di questa eventualità e che nel caso può sempre risolvere l’inestetismo con una piccolo intervento di correzione in anestesia locale.

SCARICA
IL CONSENSO
INFORMATO

FAQ

Perché sottoporsi alla riduzione del seno?

La mastoplastica riduttiva è un intervento indicato per tutte quelle donne che a causa del volume e del peso eccessivo del loro seno patiscono un disagio sia fisico che psicologico.

A che età ci si può sottoporre a questo intervento?

Non esiste un’età consigliata per sottoporsi a questo tipo di intervento, ma è preferibile attendere che il seno si sia completamente sviluppato.

Che tipo di anestesia viene praticata?

La mastoplastica riduttiva viene normalmente eseguita in anestesia generale.