Attualmente sei su:

Lifting Viso

Lifting Viso

LIFTING DEL VISO A MILANO

Fermare il tempo che passa attraverso il ringiovanimento del volto ha acquisito nella società moderna un'importanza fondamentale. Fattori esterni come la gravità, l'esposizione al sole e lo stress, ma anche fattori interni quali la predisposizione genetica mettono in evidenza i segni ai lati della bocca, riducono la definizione della linea mandibolare e amplificano i cedimenti nell'area del collo. L'immagine del viso potrebbe quindi non riflettere pienamente ciò che la persona sente di essere e grazie al lifting facciale è possibile riposizionare i tessuti profondi rallentando il processo di invecchiamento.


Ridurre i segni dell’invecchiamento

Il lifting del viso rappresenta quindi un insieme di procedure chirurgiche volte a ringiovanire il viso, eliminando la cute in eccesso e riposizionando i tessuti muscolari. Grazie al lifting i segni dell'invecchiamento di viso e collo vengono ridotti, i contorni sono sensibilmente migliorati e la costante perdita di tonicità dei tessuti viene rallentata. Le tecniche chirurgiche hanno fatto molti progressi negli ultimi anni e sono in grado oggi di intervenire ringiovanendo il viso senza modificare l'espressività e la fisionomia.


lifting viso


Quando sottoporsi all'intervento di lifting facciale

In genere l'intervento è consigliabile raggiunti i 50 anni di età, ma recentemente si sta assistendo all'aumento degli interventi di lifting nella fascia d'età dei 40 anni per evitare che gli effetti della gravità sul viso diventino visibili.
E' bene considerare che questo processo è solo temporaneo poiché i tessuti nel tempo continueranno a cedere progressivamente. Effettuando però un intervento di lifting sia sulla zona del collo che del viso si possono ottenere risultati estremamente positivi.


Le zone sottoposte ad intervento

Le zone degli occhi beneficiano invece maggiormente degli interventi di blefaroplastica con i quali si procede alla rimozione del tessuto in eccesso dalle palpebre, mentre la fronte migliora con iniezioni di tossina botulinica.
Il chirurgo togliendo i tessuti di pelle, muscoli e grasso in eccesso svolge un delicato lavoro orientato a ripristinare la naturale linea della mandibola e ad evidenziare l'angolo di quest'ultima con il collo.


Tecnica chirurgica nel lifting del viso

Il lifting al viso è un tipo di intervento che può essere effettuato sia in anestesia locale che in anestesia generale. Nel caso in cui venga abbinato anche ad altri trattamenti chirurgici il paziente viene generalmente ricoverato per una notte.
L'intervento di lifting prevede la plicature dello SMAS e del platisma, effettuati con un minimo scollamento. Successivamente la pelle in eccesso viene asportata con delle lievi incisioni che percorrono il cuoio capelluto, la zona anteriore dell'orecchio e quella subito posteriore.
Questo tipo di tecnica permette di conseguire un risultato molto naturale con un decorso post-operatorio più rapido, inoltre nasconde ben i 4/5 delle cicatrici nell'area del cuoio capelluto o nella parte posteriore dell'orecchio, rendendole poco visibili.
L'intervento di lifting facciale può essere eseguito anche in abbinamento ad altri trattamenti di chirurgia estetica, come la blefaroplastica e il lifting del sopracciglio.
In seguito all'operazione si consiglia al paziente di restare seduto durante la giornata e di riposare con due cuscini di notte per permettere la riduzione tempestiva del gonfiore e dell'edema.


Il decorso post-intervento

In seguito all'operazione si consiglia al paziente di restare seduto durante la giornata e di riposare con due cuscini di notte per permettere la riduzione tempestiva del gonfiore e dell'edema.
Nei primi 7-10 giorni è importante evitare di riposare sul lato perché questo potrebbe portare ad un rigonfiamento di una parte del viso più dell'altra.
Già dopo 24 ore dall'intervento di lifting al paziente vengono tolti i drenaggi e le bende, viene applicata una speciale guaina ed è possibile rientrare a casa. Solo dopo 5 giorni dal lifting facciale sarà possibile lavare i capelli.
Sebbene durante l'intervento si proceda ad un'accurata emostasi (controllo del sanguinamento), a seguito del lifting il paziente riscontra sempre una visibile ecchimosi nella zona del collo che sparisce via via con il passare dei giorni durante la prima settimana.

LIFTING DEL VISO
Tipologia intervento

ANESTESIA GENERALE - LOCALE
Durata intervento

1-4 ORE
Degenza

2 GIORNI
Ritorno al sociale

1-2 SETTIMANE

Riprendere le normali attività

Passata circa una settimana o 10 giorni dall'intervento sarà possibile riprendere le normali attività.
Una delle domande più frequenti nei pazienti riguarda la durata di un lifting. Non è possibile stabilire una durata in quanto vi sono molte variabili che cambiano da persona a persona, fra queste la struttura del viso, l'elasticità cutanea, lo spessore della cute e la frequenza nell'esporsi ai raggi del sole.


Complicazioni lifting facciale

Nonostante la chirurgia estetica intervenga in modo preciso e attento, il trattamento di face lifting è delicato e può portare alcune complicazioni, soprattutto qualora il paziente sia un accanito fumatore.


Ematoma

Una delle più frequenti riguarda l'ematoma che può essere trattato in modo semplice attraverso apposito drenaggio nelle fasi post operatorie.


Necrosi

Una complicanza più rara invece è legata alla necrosi di una minima porzione di cute nella zona posteriore dell'orecchio, dove la pelle è particolarmente fragile e soggetta a tensione. Nella settimana che precede l'intervento di lifting e nelle due settimane successive è quindi obbligatorio smettere di fumare.


Infezione

Pur essendo molto rara un'altra tipologia di complicanza post-operatoria è l'infezione, così come una diminuzione temporanea della sensibilità causata dalla divisione di alcuni nervi sensitivi durante il lifting. La ripresa della sensibilità avviene in seguito all'intervento e il segnale positivo della rigenerazione nervosa è il classico formicolio.
In alcuni rari casi però può non verificarsi un recupero totale ed è possibile riscontrare una lieve e localizzata perdita di sensibilità. Non è possibile prevedere questo tipo di complicanza prima dell'intervento di lifting e nemmeno altre reazioni soggettive come ad esempio cicatrici ipertrofiche o cheloidee.


FAQ

Quando sottoporsi ad un intervento di lifting al viso?

Non vi è un età indicativa, in generale, l’età in cui i pazienti si sottopongono a tale intervento è tra i 35 e i 40 anni.

Quanto dura un intervento di lifting al viso?

La durata dell’intervento varia a seconda della complessità e dell’incidenza della correzione estetica. L’intervento può durare da 1 ½ e 4/5 ore.

Quanto tempo durano i risultati del lifting al viso?

Il lifting aiuta a mantenere i tessuti più elastici e a mostrare l’avanzare dell’età in modo armonico. Perciò, le rughe continueranno a progredire ma in modo più gradevole.

Non ci sono prodotti corrispondenti alla selezione.