Attualmente sei su:

Chirurgia Intima Femminile

Chirurgia Intima Femminile

Chirurgia intima femminile

Meno rara di quanto si pensi l'ipertrofia delle piccole labbra rappresenta una malformazione congenita che colpisce la parte esterna dei genitali della donna. Generalmente arreca problematiche di carattere estetico che influiscono anche psicologicamente sul rapporto di coppia, altre volte invece è causa di irritazioni delle mucose che diventano croniche anche associate a micosi e infezioni di batteri.


vaginoplastica


L’esperienza del chirurgo

I chirurghi plastici hanno studiato a fondo il problema per identificare possibili soluzione chirurgiche e risolvere questa malformazione senza intaccare la normale anatomia degli organi genitali femminili.


Labioplastica

Esistono diversi tipo interventi chirurgici finalizzati a migliorare la parte esterna dei genitali femminili. Molti non prevedono il ricovero perché realizzati in anestesia locale. Il più richiesto è quello di Labioplastica. Il chirurgo attraverso un intervento di chirurgia estetica interviene per rimodellare e ridimensionare le piccole labbra.


L’anestesia e la tecnica operatoria

L'intervento di chirurgia intima femminile più diffuso dura circa un'ora e permette di ottenere risultati risolutivi e molto gratificanti. Può avvenire sia in anestesia locale con sedazione che in anestesia regionale-periferica. In alternativa, anche in base allo stato di salute e alle preferenze, anche con anestesia generale.


CHIRURGIA INTIMA FEMMINILE
Tipologia intervento

ANESTESIA LOCALE
Durata intervento

1 ORA
Degenza

NO
Ritorno al sociale

2 - 3 SETTIMANE

Il post intervento

Durante l'intervento vengono applicati dei punti di sutura, ma questi non necessitano di essere rimossi e questo fa sì che il decorso post-intervento sia immediato. Fin dal giorno dopo l'operazione di chirurgia intima femminile la paziente può recarsi al lavoro e dopo circa 2 settimane può riprendere tutte le normali attività.


FAQ

Chi può sottoporsi a questo intervento?

Questo è un intervento molto semplice, perciò tutte le donne che vivono un disagio per la non corretta chiusura delle piccole, e grandi, labbra possono sottoporsi all’intervento.

Quali sono le controindicazioni?

La Labioplastica è un intervento di chirurgia plastica molto semplice, perciò affidandosi ad un bravo chirurgo non ci sono complicazioni evidenti. Però, l’area genitale è una parte del corpo molto delicata e bisognerà quindi stare attente alle cariche batteriche, che causano piccole infezioni più frequenti durante gli interventi.

Quando si possono riprendere le normali attività?

Fin da subito la paziente potrà camminare e sedersi. Dovrà però effettuare una attentissima igiene intima attraverso lavande ginecologiche. I punti di sutura sono riassorbiranno in 10/15 giorni. Ma non potrà riprendere le attività sportive prima di 3/4 settimane, e i rapporti sessuali non prima di un mese.


Non ci sono prodotti corrispondenti alla selezione.